Tutela dell’economia: gli attori stranieri e le aziende strategiche ungheresi

Tamás Schanda del Ministero per l’innovazione e la tecnologia ha dichiarato martedì alla conferenza stampa online del Gruppo operativo responsabile del contenimento dell’epidemia di coronavirus che parallelamente alla protezione dei posti di lavoro, vogliono anche proteggere le imprese di proprietà ungherese, in quanto partner prioritari nel rafforzamento dell’economia del paese

Prima le imprese ungheresi

Non possiamo consentire alle società straniere di acquisire partecipazioni in attività strategiche approfittando della crisi. Questa non è solo una questione economica, ma anche una questione di sovranità, ha affermato. Nelle sue parole:

“se consentiamo agli stranieri di acquisire quote in queste attività, potremmo scoprire che gli interessi dell’economia ungherese e il popolo ungherese diventeranno una considerazione secondaria e realizzare un profitto semplice e rapido diventerà la priorità numero uno”.

Gli attori stranieri potranno acquisire partecipazioni in attività strategiche ungheresi fino alla fine del 2020 solo col permesso del Ministro

Allo stesso tempo anche i proprietari stranieri possono essere buoni proprietari naturalmente, e quindi il governo non può e in effetti non dovrebbe vietare loro di acquisire quote di attività ungheresi di volta in volta, ha affermato. Ha indicato che è alla luce di questa considerazione che hanno redatto un decreto del governo che consente agli attori stranieri di acquisire partecipazioni in attività strategiche ungheresi fino alla fine del 2020 solo con il permesso del ministro.

In pratica, ciò significa che in alcuni settori le transazioni di determinati tipi e dimensioni dovranno essere segnalate al Ministro per l’innovazione e la tecnologia, che è anche responsabile dell’economia interna. Il ministro ha 45 giorni per decidere se riconoscere o vietare la transazione, ha aggiunto. 

Secondo le sue informazioni, il decreto riguarda settori importanti come:

  • l’industria chimica,
  • l’assistenza sanitaria,
  • l’industria della difesa e
  • l’industria alimentare.

Articoli recenti

Fonte: Kormany.hu | MTI

Redazione

La Redazione di Econiomia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor in chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >http://www.itlgroup.eu/economiahu2020/chi-siamo/