Ungheria: la più popolare meta turistica dell’Europa centrale nel 2030

Il governo ha approvato la rinnovata Strategia nazionale per lo sviluppo del turismo, che costituisce una base forte e sicura per la ripartenza del turismo, lo ha annunciato giovedì in una conferenza stampa a Budapest Zoltán Guller, CEO dell’Agenzia del turismo ungherese.

I rappresentanti delle 49 organizzazioni professionali e delle 5 chiese storiche coinvolte nell’elaborazione del documento hanno firmato giovedì al Castle Garden Bazaar una dichiarazione congiunta sulla cooperazione e il rafforzamento dello stesso.

Zoltán Guller ha sottolineato che la strategia è il risultato di pensieri e suggerimenti comuni, basati sui dati e sulla corretta analisi dei dati.

Secondo mfor.hu, gli obiettivi non sono cambiati: 20 milioni di visitatori all’anno e 50 milioni di pernottamenti, facendo sì che il turismo torni a essere il motore dell’economia ungherese e che entro il 2030 l’Ungheria rappresenti la più popolare meta turistica dell’Europa centrale.

Il CEO ha ricordato che il settore e le persone che vi hanno lavorato hanno dovuto affrontare nell’ultimo anno difficoltà senza precedenti, come ci aveva raccontato anche il fondatore di Sfumature di Budapest in una intervista ad Economia.hu.

“Siamo qui e vogliamo lavorare”

Tuttavia, nonostante tutti gli ostacoli “siamo qui e vogliamo lavorare”, ha affermato il CEO, aggiungendo che non hanno intenzione di fare un pacchetto di salvataggio economico o legislativo, ma vogliono accogliere i turisti.

La conferenza stampa ha messo in evidenza la digitalizzazione, il completamento della governance del settore basata sui dati, l’implementazione del marketing e delle vendite orientati al consumatore e lo sviluppo della formazione e dell’istruzione professionale.

L’ospitalità, il turismo della salute e religioso, i viaggi d’affari e congressuali, figurano in un capitolo a parte della strategia.

Il messaggio principale della strategia è che il turismo e l’ospitalità non sono solo un’occupazione, ma una professione.

L’obiettivo comune per i rappresentanti del settore, è quello di trasmettere agli altri l’esperienza che l’Ungheria ha per loro e stanno lavorando al fine di condividere il loro amore per il Paese, ha aggiunto in conferenza stampa.

FONTE: mfor.hu

ARTICOLI CORRELATI

ARTICOLI RECENTI

Gianluca Bruno