Ungheria, aumentano i posti di lavoro vacanti

Con 83.600 posti di lavoro vacanti registrati nel secondo trimestre del 2018, il 27% più dello stesso periodo nel 2017, continua la sete di lavoratori dell’Ungheria.

I dati dell’Istituto Centrale di Statistica riportano quasi 62mila posti di lavoro liberi nel settore privato. Tra i settori più interessati dalla carenza di lavoratori: la lavorazione dei prodotti, i ruoli amministrativi, la sanità, la pa, il commercio, la riparazione veicoli, i trasporti. Mancano anche magazzinieri, operai nelle costruzioni, addetti per il settore istruzione, per la comunicazione,  il catering e l’industria alberghiera. 

Redazione

La Redazione di Econiomia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor in chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >http://www.itlgroup.eu/economiahu2020/chi-siamo/