Ungheria “blocca” i grandi centri commerciali

Il Parlamento di Budapest potrebbe passare entro il 2011 la norma per mettere al bando in Ungheria i progetti di sviluppo di grandi centri commerciali, superiori ai 400 metri quadrati, nei centri con meno di 100mila abitanti.

Nelle città di dimensioni maggiori, scrive il quotidiano Magyar Nemzet, dal 2012 i centri commerciali non dovranno eccedere gli 800 metri quadrati. La legge è stata proposta da un deputato del partito di opposizione LMP (verdi) ed è volta a preservare i piccoli negozi dal dilagare dei centri commerciali. La misura ha ottenuto il supporto del partito al governo, Fidesz. A beneficiare di una simile normativa, scrive il BBJ, sarebbero le catene al dettaglio ungheresi CBA e Coop, i cui negozi rispettano le eventuali limitazioni di dimensione. Da ora alla fine del 2011 saranno ultimati altri 11 centri commerciali nel Paese, mentre nel 2012 finiranno i lavori di altre 14 shopping mall. La legge non verrebbe applicata ai progetti in corso.

 

Claudia Leporatti

 

Redazione Economia.hu

Redazione

La Redazione di Econiomia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor in chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >http://www.itlgroup.eu/economiahu2020/chi-siamo/