Ungheria, da luglio scontrini elettronici

Dal 1 luglio 2018 l’Ungheria lancia il sistema di fatturazione elettronica e fornitura dei dati obbligatorio. Il decreto è stato pubblicato ieri dal ministero dell’Economia e conferma quanto annunciato in precedenza.

La bozza del decreto, scrive MTI, richiederà agli esercizi di usare, per produrre fatture e scontrini fiscali, un sistema elettronico (vedi qui) che segnali immediatamente all’autorità fiscale le transazioni con un’IVA pari o superiore a 100mila fiorini. Le società dovranno anche trasmettere le fatture compilate a mano tramite una piattaforma elettronica entro 1-5 giorni dall’emissione, a seconda dell’ammontare dell’IVA. Il ministero si aspetta che con il sistema elettronico la perdita di gettito dovuta all’evasione fiscale scenda al di sotto del 10% dall’attuale 13,7%. Il ministero ha sottolineato come il livello attuale sia già ben al di sotto della media regionale, pari al 15,5%. 

Altri articoli su questo argomento: Casse elettroniche anche per parrucchieri e altri settori, Sussidi per acquisto casse elettroniche

Per ulteriori informazioni rivolgersi a ITL Accounting.

Redazione Economia.hu

Redazione

La Redazione di Econiomia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor in chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >http://www.itlgroup.eu/economiahu2020/chi-siamo/