Ungheria ed Euro, il parere di Orban sulla moneta unica

Da diverso tempo non si sentiva parlare di Euro in Ungheria, non dell’ipotesi di adottarlo, almeno. Lo ha fatto oggi il primo ministro Viktor Orbán,

all’indomani del discorso alla nazione, con una provocazione che lascia ad intendere una totale mancanza di interesse all’ingresso nell’Eurozona. “Com’è possibile che l’andamento economico dei Paesi nella zona Euro ristagni in confronto a quello delle nazioni che ne sono fuori?”.
Sulla questione, ha però detto il primo ministro, non c’è ancora una decisione da parte dell’Ungheria. Parlando all’incontro con gli Ambasciatori internazionali presso il Ministero degli Esteri Orbán ha spiegato che la moneta unica porterebbe a doversi uniformare ai sistemi  fiscale, pensionistico e di previdenza sociale comuni e se tutti questi sono armonizzati “cosa rende indipendente uno stato?”. In un simile sistema, ha aggiunto, le decisioni proverebbero da un luogo altro dalla capitale. Una delle più importanti questioni dei prossimi anni sarà se l’Ungheria abbandonerà la sua sovranità e si unirà al nucleo dell’Europa o “sosterrà il rischio di restare fuori”, ha affermato Orbán citato da Origo.hu. Il politico conservatore ha menzionato alcuni benefici dell’entrare nella zona Euro, parlando di una comunità centrale all’interno dell’Unione Europea che è in cooperazione ancora più stretta grazie alla valuta comune. In ogni caso, ha concluso, la Costituzione ungherese stabilisce che la valuta ungherese è il fiorino e per cambiare la legge fondamentale serve la maggioranza dei due terzi in parlamento.

Claudia Leporatti

Redazione Economia.hu

Redazione

La Redazione di Econiomia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor in chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >http://www.itlgroup.eu/economiahu2020/chi-siamo/