L’Ungheria punta a garantire un flusso regolare del traffico merci

L’Ungheria continuerà a fare tutto ciò che è in suo potere per garantire il passaggio agevole del trasporto merci ha detto il ministro degli affari esteri e del commercio, Péter Szijjártó, giovedì a MTI, dopo aver consultato i suoi colleghi cechi, slovacchi e austriaci.

Questi sforzi sono necessari per garantire che gli scaffali dei negozi siano riforniti e che le economie possano continuare a funzionare, ha affermato Szijjártó.

Ha detto che l’Austria aveva accettato di prendere misure per impedire al traffico passeggeri di ostacolare il traffico di camion separando i camion dalle auto al confine del paese con l’Ungheria.

L’Ungheria sta permettendo ai lavoratori provenienti dalla Romania e dalla Bulgaria che tornano a casa attraverso l’Austria di attraversare il paese in convogli di notte, fermandosi solo alle stazioni di servizio designate.

Il ministro ha detto che tre valichi di frontiera al confine con la Slovacchia sono stati designati per il traffico di camion.

Ha aggiunto che è stato raggiunto un accordo con le autorità slovacche sulla regolamentazione degli attraversamenti da parte di privati ​​tra i due paesi. Ha osservato che alcune comunità vicine lungo il confine hanno legami estremamente stretti.

Durante una conferenza stampa giovedì, Tibor Lakatos, che gestisce il centro di comando del gruppo che coordina la risposta dell’Ungheria al coronavirus, ha affermato che sarà consentito il passaggio tra i due paesi ai cittadini ungheresi e slovacchi che possono dimostrare di lavorare entro 30 km dal confine.

Fonte: BBJ.HU

Redazione

La Redazione di Econiomia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor in chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >http://www.itlgroup.eu/economiahu2020/chi-siamo/