Ungheria, in rialzo previsioni crescita del PIL 2018

Il Fondo Monetario Internazionale ha rivisto al rialzo le previsioni sulla crescita del PIL ungherese per l’anno in corso, portandole al 4,3% dal precedente 3,4%, mentre per la disoccupazione l’FMI proietta un calo al 3,8% che potrebbe prolungarsi verso un 3,5% nel 2019. A novembre il Fondo aveva dato la disoccupazione 2018 al 4,3%. Vediamo anche le previsioni degli istituti ungheresi e delle banche. 

Incrementa le previsioni sul PIL anche l’istituto di ricerca locale Századvég, che porta la crescita del PIL al 4,1% e prevede inoltre una crescita degli investimenti del 7,2% spalmato l’intero anno. Századvég stima un +5,7% per le esportazioni e un aumento del 6% delle importazioni. Per quanto riguarda l’inflazione media annua, Századvég prevede il 2,6%.
Secondo Pénzügykutató, invece, la crescita del PIL si manterrà al di sotto del 4%: il dato è comunque stato ritoccato al rialzo rispetto a quanto stimato a fine 2017. Per Pénzügykutató l’inflazione 2018 potrebbe attestarsi attorno al 2,3%, con una possibile diminuzione della disoccupazione del 3,5%, mentre gli investimenti potrebbero crescere del 9%.
L’istituto di ricerca GKI ha previsto una crescita del PIL del 3,8%, mentre per gli investimenti si indica un +9%. Anche GKI prevede un ulteriore miglioramento della situazione occupazionale, con la previsione sulla disoccupazione 2018 portata al 3,7% (prima era stata stimata al 4%). Ritto anche per l’inflazione, prevista al 2,7% e non al 3% come stimato in precedenza. 

Gli analisti della Raiffeisen Bank prevedono una crescita del PIL del 4% su base annua e il mantenimento di una relativa stabilità nel tasso di cambio del fiorino. La Banca Nazionale (MNB) porta la crescita del PIL al 4,2% e, per il 2019 prospetta una  crescita al 3,3%. Il Ministero per l’economia nazionale è un po’ più ottimista rispetto alla banca centrale, registrando una crescita del PIL del 4,3% quest’anno, del 3,8% l’anno prossimo e del 3,7% nel 2020. Secondo Takarékbank. il tasso di crescita dell’economia ungherese potrebbe continuare ad accelerare quest’anno, e ora si aspetta una crescita del PIL del 4,5% nel 2018.

UniCredit Bank compila un rapporto positivo sull’economia ungherese con una crescita del PIL prevista al 4,5% per l’anno in corso.

Controcorrente Portfolio.hu: per il portale d’informazione finanziaria il tasso di crescita potrebbe subire una battuta d’arresto e scendere al 3,4% nel 2019.

Redazione Economia.hu

 

Redazione

La Redazione di Econiomia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor in chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >http://www.itlgroup.eu/economiahu2020/chi-siamo/