Zona libero scambio al confine con Ucraina

Il ministero dell’Economia ungherese ha designato un’area di libero scambio da 17400 metri quadrati a Zánony, nei pressi del confine nazionale con l’Ucraina. A cosa servirà di preciso tale zona?

“In breve – spiega Lázár Vera di ITL Accounting – offrirà la possibilità di stoccaggio, immagazzinaggio, packaging eccetera con una certa snellezza in termini di formalità doganali. Le merci depositate nelle zone di libero scambio, infatti, sono libere dall’IVA, dalle tasse di importazione e altre tariffe”. Secondo Vg.hu la zona è stata istituita su richiesta dell’Associazione dei Centri di Servizi di Logistica Ungherese (MLSZKSZ) e della compagnia ferroviaria di stato MÁV. Unica zona di libero scambio in Ungheria, è prevista rendere la regione più attratente per gli investimenti industriali e trasformarla in una hub logistica e per il commercio internazionale. 

Per informazioni ITL Accounting

Redazione Economia.hu

Redazione

La Redazione di Econiomia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor in chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >http://www.itlgroup.eu/economiahu2020/chi-siamo/