Vertice NATO, Ungheria rafforza contingenti in Iraq, Afghanistan e Kosovo

L’Ungheria ha deciso di aumentare il contributo alle azioni di difesa della NATO e a quelle per incrementare la forza dell’organizzazione internazionale, oltre che il numero dei soldati in Iraq (da 167 a 200), in Afghanistan e in Kosovo, dove il contingente di pace della KFOR in Kosovo sarà portato a 390 militari ungheresi. Il ministro degli Esteri Péter Szijjártó lo ha annunciato a Bruxelles, dove è in corso il vertice NATO. 

Dal Belgio Szijjártó sottolinea che l’Ungheria da poco ordinato nuovi elicotteri per circa 308 milioni di euro e che il piano militare ungherese nominato “Zríny 2026” prevede un aumento pari al 2% del PIL della spesa destinata all difesa. L’ampliamento di risorse riguarda anche il contingente ungherese in Afghanistan, le cui 117 truppe saranno rafforzate con l’invio di ulteriori 12 soldati. Decisa inoltre la partecipazione alla training mission della NATO in Iraq, volta a preparare le forze per la protezione dei territori riconquistati che erano soggetti al controllo dell’ISIS. 

Redazione Economia.hu

Foto MTI Botár Gergely a libero uso stampa

Redazione

La Redazione di Econiomia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor in chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >http://www.itlgroup.eu/economiahu2020/chi-siamo/