Viaggio di lavoro in Ungheria: niente piú quarantena obbligatoria

Dopo Repubblica Ceca, Polonia, Corea del Sud, Germania, Austria e Slovacchia, l’Ungheria apre anche a chi proviene dall’Italia, secondo le informazioni che ci ha trasmesso Consolato d’Ungheria a Milano (che ha sua volta le ha ricevute dal Ministero degli Affari Esteri e del Commercio) sul come i cittadini italiani possano entrare in Ungheria per motivi di lavoro e sulla rimozione dell’obbligo della quarantena.

Dal 12 maggio c’è la possibilità di entrare in Ungheria per motivi di lavoro e non fare la quarantena di due settimane. Per questo bisogna scrivere una  richiesta di permesso alla Polizia di Stato Ungherese, confermando che appena possibile, dopo il periodo necessario per il lavoro, lascerà il paese.

La richiesta si manda direttamente  all’ indirizzo della polizia  ugyfelszolgalat@orfk.police.hu  in ungherese o in inglese.

Nella richiesta devono essere compresi i seguenti elementi:

  • il nome del viaggiatore
  • dati personali
  • dati del documento (passaporto, o carta d’identitá) del viaggiatore,
  • l’obbiettivo e durata del viaggio, data dell’arrivo e della partenza,  
  • le esigenze che giustificano la necessita di viaggiare urgentemente
  • l’indirizzo in Ungheria –  dati della societá per cui si lavora in Italia/sua partner in Ungheria
  • la targa della macchina (nel caso si viaggiasse in auto)
ITL Group - Contatta ITL Consulting
ITL Group – Contatta ITL Consulting a info@itgroup.hu

Articoli recenti

Redazione

La Redazione di Econiomia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor in chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >http://www.itlgroup.eu/economiahu2020/chi-siamo/